Soffrite di allergia? Eseguite un prick test

Il prick test

Allergico o non allergico? Il prick test consente di scoprirlo

Il prick test è il metodo diagnostico maggiormente utilizzato nella pratica allergologica. Il nome stesso indica cosa accade durante il test: "prick" significa infatti "pungere" o "puntura". Il medico applica sulla cute alcune gocce di allergene in soluzione, quindi punge o scalfisce leggermente lo strato cutaneo così trattato. Il liquido penetra nella pelle e, in presenza di un'allergia, provoca una reazione cutanea nel punto corrispondente. Se non siete allergici alla sostanza, nell'area cutanea corrispondente non accade nulla. Questo test consente di accertare in modo rapido e affidabile la presenza di un'allergia presso l'ambulatorio del medico specialista.

Allergietest online

Test allergico online

Soffrite di allergia?

Volete sapere subito se i vostri disturbi sono causati da un'allergia? In questo caso concedetevi un momento ed eseguite direttamente il test.

Maggiori informazioni
Facharztsuche

Ricerca di un medico specialista

Cercate un allergologo?

Desiderate curare la vostra allergia? Ecco dove trovare il medico più vicino a voi.

Maggiori informazioni

Quando è opportuno eseguire un prick test?

È opportuno eseguire un prick test quando esiste il sospetto di allergia di tipo I, il "tipo immediato", e il medico vuole confermare o escludere una corrispondente sensibilizzazione attraverso il test allergico. 

In presenza di sensibilizzazione, sulla superficie dei mastociti localizzati nella cute sono posizionati determinati anticorpi (IgE) che, al contatto con il corrispondente allergene, stimolano i mastociti a rilasciare sostanze che provocano poi formazione di pomfi sulla pelle. Quanto maggiore è il diametro del pomfo, tanto più evidente è l'indicazione di una corrispondente allergia.

Sono di tipo immediato le seguenti allergie:

Il prick test è il metodo maggiormente raccomandato dalle linee guida delle società specialistiche in materia di test diagnostici cutanei di reazioni allergiche di tipo immediato.

Anche se la vostra anamnesi probabilmente già indica un'allergia, il medico curante deve accertarne la causa esatta prima di avviare un trattamento di desensibilizzazione. Per sapere se si tratta veramente di un'allergia di tipo immediato, nella maggior parte dei casi si esegue un prick test.

Come si svolge il prick test?

Di norma, il prick test viene eseguito da medici esperti in allergologia presso il loro studio o nell'ambulatorio di una clinica. I dermatologi, gli otorinolaringoiatri, i pediatri e gli pneumologi hanno in parte ricevuto anche una formazione nell'ambito specialistico dell'allergologia.

La procedura:

  1. Il primo passo è quello di applicare gocce di soluzioni contenenti allergeni sulla pelle, di solito nella parte interna dell'avambraccio, ma sono possibili anche altre aree del corpo.
     
  2. Con l'ausilio di un'apposita lancetta, il medico scalfisce la cute in corrispondenza della goccia applicata, in modo che gli allergeni vengano a contatto con le cellule immunitarie della pelle.
     
  3. In caso di arrossamento o gonfiore cutaneo in corrispondenza del punto in cui è stato eseguito il test, è presente una sensibilizzazione. Può comparire anche prurito.
Pricktest
Il prick test viene comunemente eseguito sull'avambraccio.

Il test standard include diverse soluzioni contenenti gli allergeni più comuni, tra cui ad esempio:

  • allergeni pollinici particolarmente diffusi,
  • acari della polvere
  • allergeni animali

Se si sospetta la presenza di ulteriori o differenti allergie, sono disponibili anche soluzioni per tipi di pollini rari, alimenti o veleno di insetti.

Nel prick test, un controllo negativo e un controllo positivo consentono di valutare i risultati ottenuti. Il controllo positivo con istamina di solito provoca la formazione di un pomfo, mentre il controllo negativo con soluzione salina non provoca alcuna reazione cutanea.

Come si ottiene il risultato del prick test?

La valutazione del prick test è disponibile dopo circa 15-20 minuti. Il medico controlla le zone cutanee trattate con gli allergeni in soluzione e registra quale sostanza ha causato l'arrossamento della pelle e la formazione di un pomfo. Anche il diametro dei pomfi fornisce informazioni sull'intensità delle reazioni allergiche. Subito dopo il test, i risultati vengono registrati nel relativo protocollo ed eventualmente annotati nel Passaporto Allergie del paziente.

Quali sono i vantaggi di un prick test?

Il prick test fornisce di solito una diagnosi chiara in modo relativamente rapido. Il tempo necessario per eseguire il test e ottenere il risultato è ridotto. L'applicazione presso lo studio medico non richiede esami di laboratorio.

Il prick test comporta dei rischi?

I rischi sono scarsi. Occasionalmente il prick test può provocare una forte reazione locale nel punto di applicazione. In casi estremamente rari sono state osservate reazioni allergiche generalizzate (anafilassi). Dal momento che tali condizioni possono avere un esito potenzialmente letale, durante il prick test deve sempre essere presente un medico in grado di intervenire in presenza di marcate reazioni di ipersensibilità.

Ultimo aggiornamento: 02/07/2020