PRURITO E STARNUTI SENZA FINE!

Non siete soli...

All'inizio molti sottovalutano il proprio raffreddore da fieno

I sintomi lievi e di breve durata possono però trasformarsi in una vera e propria allergia ai pollini degli alberi e/o delle graminacee più velocemente di quanto si pensi - e diventare un autentico tormento.

In genere i sintomi del raffreddore da fieno si manifestano con la massima intensità in primavera e all'inizio dell'estate. Per molte persone, tuttavia, i sintomi iniziano già alcuni mesi prima della stagione pollinica principale. Ad esempio, la maggior parte dei soggetti allergici al polline di betulla reagisce anche ai pollini di altri alberi come l'ontano e il nocciolo. Il 95% dei soggetti allergici al polline di betulla soffre di sintomi di raffreddore da fieno anche durante la stagione iniziale dei pollini di ontano e di nocciolo. Le persone allergiche ai pollini di betulla, nocciolo e ontano a volte soffrono di sintomi allergici da dicembre a luglio!

Per altri la sofferenza è doppia, in quanto sono allergici sia ai pollini degli alberi che a quelli delle graminacee. Se fate parte di questo gruppo, può darsi che vi stiate strofinando gli occhi o stiate starnutendo proprio mentre leggete questo testo. Ciò accade perché la stagione dei pollini di alberi e graminacee dura più di metà dell'anno.

Molto più del naso che cola

Siate sinceri. Quali immagini vi vengono in mente quando pensate alla stagione del raffreddore da fieno? Forse avete davanti agli occhi il periodo in cui siete rimasti chiusi in casa, sentendovi isolati e frustrati perché avete dovuto rinunciare ad attività ed eventi divertenti? Forse vi ricordate delle notti insonni, dei giorni di lavoro persi o della vostra scarsa produttività perché semplicemente non riuscivate a concentrarvi? Oppure pensate all'estremo disagio fisico e alle sue ripercussioni a livello emotivo?

Qualunque sia la risposta, senza un trattamento adeguato dell'allergia è probabile che anche la prossima stagione pollinica vi procurerà grandi disagi. 

In un sondaggio, fino al 40% di coloro che soffrono di raffreddore da fieno ha dichiarato di avere sofferto molto dei sintomi durante la stagione dei pollini e di avere ottenuto scarso sollievo dal trattamento a breve termine nei momenti cruciali.

 

Le ripercussioni sulla vita quotidiana possono essere enormi:

  • Il 79% di tutti i soggetti allergici ai pollini ha dichiarato che i sintomi dell'allergia hanno un impatto significativo sul rendimento scolastico/lavorativo.
Schulleistung

  • Il 71% dei soggetti allergici con sintomi persistenti ritiene di non riuscire a dormire a sufficienza.
Schlaf

  • Negli adulti, la stagione dei pollini è associata ad una ridotta produttività e ad un maggiore tasso di assenteismo dal luogo di lavoro. 
alunno

  • Anche l'equilibrio psicologico può risentirne, poiché la privazione del sonno è un fattore chiave nei disturbi emotivi come l'ansia e la depressione.
  • Inoltre, i sintomi allergici come le congiuntiviti e le riniti possono aumentare il rischio di contrarre infezioni.

 

Le ripercussioni del raffreddore da fieno sono quindi molto maggiori di quanto generalmente si pensi.

Il rischio di un'allergia ai pollini degli alberi non adeguatamente controllata

Se ritenete di non avere fatto abbastanza per contrastare la vostra allergia, è giunto il momento di rivolgervi al vostro medico o ad un allergologo. Esistono efficaci opzioni di trattamento che vi permettono di prevenire i disturbi anche prima dell'inizio dell'imminente stagione del raffreddore da fieno. Ciò nonostante, è sorprendente che più della metà di coloro che soffrono di sintomi di raffreddore da fieno da moderati a gravi non si rivolgano al medico.
Anche un'allergia ai pollini degli alberi non trattata può rappresentare un rischio: senza un trattamento adeguato, l'allergia può svilupparsi ulteriormente o cambiare di livello, passando dalle vie aeree superiori a quelle inferiori con possibile conseguente insorgenza di asma.

Fate oggi stesso il primo passo

I disturbi allergici di cui avete sofferto nella scorsa stagione hanno avuto ripercussioni eccessive sulla vostra vita? In tal caso è il momento di pensare a un trattamento adeguato. Probabilmente esistono già opzioni di trattamento che finalmente renderanno di nuovo piacevole la prossima primavera. Fissate subito un appuntamento con il vostro medico per esplorare le opzioni terapeutiche disponibili.

Ricerca di un medico specialista

Ultimo aggiornamento: 28/06/2020