Bambini, allergia e asma

Esiste il rischio che vostro figlio sviluppi l'asma?

Bambini, allergia e asma

"Mamma! Papà! Non riesco a respirare!" Se avete figli, potete immaginare quanto potrebbe essere inquietante e preoccupante una situazione come questa. La mancanza di respiro, la tosse e il respiro affannoso dovuti all'asma si manifestano spesso durante la notte e influiscono sul sonno del bambino e sulle sue attività il giorno successivo. Poiché l'asma è una malattia spesso conseguente a un'allergia, è possibile prevenire questa evoluzione. Consultate il vostro medico e sottoponete al più presto vostro figlio al corretto trattamento della sua allergia.

Facharztsuche

Ricerca di un medico specialista

Cercate un allergologo?

Desiderate curare la vostra allergia? Ecco dove trovare il medico più vicino a voi.

Maggiori informazioni
Allergietest online

Test allergico online

Soffrite di allergia?

Volete sapere subito se i vostri disturbi sono causati da un'allergia? In questo caso concedetevi un momento ed eseguite direttamente il test.

Maggiori informazioni

Allergia e asma nei bambini

L'asma si manifesta spesso per la prima volta nell'infanzia e può essere il risultato di una persistente irritazione delle vie respiratorie dovute ad allergeni quali pollini, peli di animali e acari della polvere. Se vostro figlio soffre di un'allergia che coinvolge il naso (denominata anche rinite allergica o raffreddore da fieno), il rischio di sviluppare l'asma è sette volte superiore a quello di un bambino non affetto da allergia. La continua esposizione del bambino agli allergeni può causare un'infiammazione cronica delle vie aeree inferiori. Un'allergia non trattata può quindi aumentare il rischio di sviluppare l'asma.

 

Allergia delle vie aeree superiori e inferiori

Un'allergia alle vie aeree superiori provoca frequenti starnuti, accompagnati da prurito al naso e congestione o secrezione nasale. Un'allergia delle vie aeree inferiori causa affanno, tosse o respiro corto. Anche se questi sintomi si manifestano in due diverse parti del corpo, la causa è sempre la stessa: una reazione eccessiva del sistema immunitario.

Poiché le nostre vie aeree superiori e inferiori sono collegate tra loro, un'infiammazione dovuta a una reazione allergica può trasferirsi dal naso ai polmoni e provocare l'insorgenza di asma.

Le allergie dei bambini spesso si trasformano nel tempo. Alcune allergie scompaiono con l'età, altre si sviluppano in ulteriori allergie o addirittura peggiorano. È quindi importante che controlliate regolarmente la salute di vostro figlio e i sintomi dell'allergia.

Un'allergia non trattata, o trattata in modo inadeguato, può provocare la comparsa di nuove allergie o evolvere da raffreddore da fieno in asma allergico. Gli esperti definiscono questo passaggio cambiamento di livello. Il 30% dei soggetti allergici affetti da raffreddore da fieno è interessato da questo decorso della malattia.

È il momento di agire

Vostro figlio soffre di sintomi allergici? Ha bisogno di altri medicamenti per tenere sotto controllo i sintomi dell'allergia? La sua respirazione ne risente? Siete preoccupati per il rischio di asma?

In caso affermativo, è importante sottoporre il bambino ad un test allergico per avere una diagnosi definitiva, che offrirà ulteriori opzioni di trattamento per vostro figlio. Insieme al vostro medico potete scegliere il trattamento giusto per vostro figlio, con conseguente significativo miglioramento della qualità di vita e allentamento delle tensioni in ambito familiare.

Come viene diagnosticato l'asma?

Per formulare una diagnosi d'asma, il medico non soltanto avrà un colloquio esaustivo con il paziente, ma si avvarrà anche di diverse procedure diagnostiche. È importante escludere altre cause di sintomi simili a quelli dell'asma, ad es. malattie come la fibrosi cistica o la bronchite.

Tra gli esami più frequenti figurano, ad es., un test di funzionalità polmonare e l'auscultazione polmonare.

Nel caso vi sia il sospetto di asma allergico, il medico cercherà di individuarne il fattore scatenante eseguendo un test allergico, come ad es. il prick test. A volte sono necessari anche ulteriori esami.

Opzioni di trattamento per i bambini

È importante trattare i sintomi dell'allergia di vostro figlio per evitare che si manifestino conseguenze spiacevoli, come disturbi del sonno o difficoltà di apprendimento. Potete cercare di limitare l'esposizione di vostro figlio all'allergene che provoca l'allergia, ma tale opzione non sempre è praticabile e in molti casi è necessario un trattamento medico.

Ultimo aggiornamento: 01/07/2020