Allergia e asma

La vostra allergia può svilupparsi in asma

Siete ad alto rischio di sviluppare l'asma?

Vi capita di svegliarvi tossendo durante la notte? Soffrite di affanno e avete difficoltà a respirare? Percepite rumori sibilanti o ronzii durante l'atto respiratorio? Questi potrebbero essere i primi sintomi dell'asma.

L'allergia di cui soffrite potrebbe essersi ulteriormente sviluppata in asma allergico, una malattia caratterizzata da infiammazione delle vie aeree inferiori. Oltre al raffreddore allergico, possono manifestarsi anche attacchi d'asma che, nel corso del tempo, aumentano di gravità e frequenza. È quindi estremamente importante diagnosticare e trattare l'allergia il prima possibile.

Che cos'è l'asma?

L'asma è un'infiammazione cronica delle vie aeree inferiori che, nel corso di un attacco acuto, provoca spasmo dei muscoli bronchiali, gonfiore delle mucose e aumento della produzione di muco. Il sintomo principale è l'affanno che si manifesta durante gli attacchi. Se soffrite di asma allergico, le vostre vie aeree sono irritate dai rispettivi allergeni. Con il tempo, l'infiammazione può, per così dire, assumere una vita propria, provocando reazioni improvvise ad altri stimoli, ad es. l'aria fredda o il fumo di tabacco.

Indicazioni riguardanti la possibile derivazione dell'asma dalla rinite allergica:

Osservazione, in relazione al carico allergenico (ad esempio pollini durante la stagione, acari della polvere in luoghi chiusi) di quanto segue:

  • Rumori sibilanti durante la respirazione
  • Affanno dopo sforzi fisici
  • Affanno anche a riposo
  • Risvegli notturni con affanno o attacchi di tosse
Allergietest online

Test allergico online

Soffrite di allergia?

Volete sapere subito se i vostri disturbi sono causati da un'allergia? In questo caso concedetevi un momento ed eseguite direttamente il test.

Maggiori informazioni
Facharztsuche

Ricerca di un medico specialista

Cercate un allergologo?

Desiderate curare la vostra allergia? Ecco dove trovare il medico più vicino a voi.

Maggiori informazioni

Qual è il collegamento tra allergie e asma?

Esiste un collegamento tra le vie aeree superiori e quelle inferiori. Un'infiammazione causata da una reazione allergica può quindi passare dal naso ai polmoni ed è in questo modo che può svilupparsi l'asma.

Una mucosa delle vie respiratorie costantemente irritata e infiammata per effetto degli allergeni può reagire con i sintomi tipici dell'asma anche a causa dell'inquinamento atmosferico o di infezioni come un semplice raffreddore.

Le principali cause dell'asma sono le allergie

Il corretto trattamento di un'allergia in corso può contrastare lo sviluppo di ulteriori manifestazioni allergiche. Al contrario, un'allergia trattata in modo inadeguato può svilupparsi ulteriormente e, oltre al raffreddore da fieno , può insorgere anche asma allergico. Gli esperti definiscono questo passaggio "cambiamento di livello". Circa il 30% dei soggetti allergici ai pollini è interessato da questo decorso della malattia.

Consultate il vostro medico

Per contrastare un cambiamento di livello è consigliabile che consultiate un medico in grado di formulare una diagnosi corretta della vostra allergia. Fissate un appuntamento con il vostro medico per ottenere una diagnosi definitiva e valutare le possibili opzioni di trattamento.

Come viene diagnosticato l'asma allergico?

Per diagnosticare l'asma allergico si esegue innanzitutto un'anamnesi, nel corso della quale vengono poste domande sull'insorgenza di altri sintomi allergici durante la corrispondente esposizione agli allergeni. Se non è già stato fatto, si esegue poi un prick test per identificare l'allergene responsabile dell'allergia. Oltre all'esame obiettivo, viene eseguito un test di funzionalità polmonare e, se necessario, un test di provocazione bronchiale. Oltre all'anamnesi, anche le radiografie e i test di funzionalità polmonare possono fornire indicazioni di insorgenza dell'asma.

 

Bambini, allergia e asma

Vostro figlio soffre di raffreddore allergico?

I bambini affetti da raffreddore da fieno o rinite allergica hanno un rischio maggiore di sviluppare asma nel corso della loro vita rispetto ai bambini non affetti da allergie.

È importante prendete sul serio l'allergia di vostro figlio e consultare un medico.

Il trattamento dell'allergia può prevenire l'asma

Sono disponibili diverse opzioni per il trattamento dell'allergia di cui soffrite voi o vostro figlio. Spesso i medici consigliano ai pazienti di evitare la sostanza allergenica, cosa che ovviamente non è sempre possibile. Anche i medicamenti per alleviare i sintomi dell'allergia possono contribuire ad eliminare i sintomi acuti, ma potrebbe essere necessario assumere sempre più medicamenti per tenere sotto controllo i disturbi.

Un'altra opzione di trattamento è la desensibilizzazione (chiamata anche immunoterapia specifica) che, a differenza degli antistaminici sintomatici, è in grado di trattare la causa dell'allergia, instaurando gradualmente una tolleranza all'allergene specifico.

Un ulteriore vantaggio della desensibilizzazione risiede nel fatto che, con l'immunoterapia specifica, è possibile evitare che la rinite allergica progredisca e si trasformi in asma.  

Volete sapere se la desensibilizzazione può essere il trattamento adatto per il vostro caso? In tal caso fissate subito un appuntamento con un medico specialista.

 

 

Ultimo aggiornamento: 29/06/2020